domenica, gennaio 16, 2011

Blogger usate l'archivio storico della Stampa

“Agenti ed esperti federali stanno cercando di rintracciare un geniale «pirata elettronico» che da diversi giorni è riuscito ad immettersi in decine di computer di una vasta rete nazionale di comunicazioni, la «Internet» (…)”

E’ il 20 marzo 1990 ed è la prima volta che la parola
internet compare sul quotidiano La Stampa. Repubblica lo aveva anticipato di pochi mesi, il 24 gennaio dello stesso anno.
Gli archivi storici dei giornali sono una miniera ancora non sfruttata a dovere dai blogger : quello di Repubblica arriva al 1984 ma quanti lo usano? Quello della Stampa (http://www3.lastampa.it/archivio-storico ) è una bomba: è online dal 29 ottobre scorso e arriva al 1867 presentando ogni singola pagina scansionata. Mitico.

Si apprendono cose meravigliose. Esempio: la prima volta che viene citato
Silvio Berlusconi siamo nel 1974, lui ha 38 anni ed è già miliardario. Cosa fa? Organizza feste ad Arcore. Non ci credete? Cercate (8/12/1974 “Un principe fugge dall'auto dei rapitori che urta per la nebbia uno spartitraffico” articolo di Gino Mazzoldi)

Tre anni dopo diventa Cavaliere (2° articolo). Al 4° articolo ci si comincia a chiedere chi sarà questo Alberto Dell’Utri, fratello di Marcello, e chi rappresenti (4/2/1978 “Sorpresa e interrogativi per la Venchi Unica 2000”, articolo di Adriano Provera). Ma è al 5° che il nostro dichiara per la prima volta le sue vere intenzioni: salvarci dai comunisti costruendo case
« Fossi giovane e non avessi la possibilità di avere una casa » dichiara, «anch'io forse avrei delle tentazioni rivoluzionarie, diventerei un ribelle.» (7/2/1978 “Città complete chiavi in mano”, marchetta di Pier Mario Fasanotti).

Al 6° articolo si scopre che tra queste nuove emittenti private
C'è poi «Tele Milano» che ha sede a «Milano Due», uno dei quartieri residenziali più «chic» della città. E' diretta da Gabriele Ceccato e ne è direttore artistico Mike Bongiorno. Si dice sia finanziata dall'impresario edile Berlusconi. (20/08/1978 “Editori, politici, finanzieri nel businness chiamato tv” articolo di Gino Mazzoldi). All’8° articolo il noto direttore artistico di TeleMilano lascerà basita la cronista dichiarando «Adesso questa è la mia attività principale». E’ il 5 ottobre 1978 (“Mike scende in campo con una maxi-tv privata” articolo di Adele Gallotti).

E chi non ha la possibilità di avere una casa? La prima volta che compare il termine
Brigate Rosse sulla Stampa è il 26 gennaio 1971. Qualcuno ha lanciato bottiglie molotov contro alcuni autocarri sulla pista prove della Pirelli di Lainate, lasciando un foglietto di rivendicazione vicino all’ingresso. Due mesi dopo (!) La polizia sta vagliando la posizione di un pittore, Enrico C. e sta ricercando un'altra persona, Renato C. di 30 anni , che potrebbero essere i capi delle fantomatiche « Brigate Rosse » che il questore ha definito « ne di destra, ne di centro, ne comunisti » Fino a stasera nessun mandato dì cattura è stato pero spiccato. I funzionari della squadra politica hanno interrogato a lungo Margherita C., amica di Renato C. (25/3/1971 “Indagini a Milano sulle Brigate rosse”, articolo di g.m.)

2 commenti:

  1. Margherita C., morta ammazzata con le campesine ai piedi...

    RispondiElimina
  2. molto bello! [gb]

    RispondiElimina