sabato, maggio 21, 2011

Cattelan, beccati questo


E' un monumento a Padre Pio in una rotonda di Benevento (via Dave). Io pensavo a uno scherzo, ma esiste. Qui trovate i dettagli di questa "opera del Futuro offerta alla fruizione universale". Qui la pagina di Wiki.


Qui la petizione dei beneventani che avevano dato dei soldi per un normalissimo Padre Pio in bronzo e si ritrovano un Megaborg alle porte di casa.

17 commenti:

  1. è semplicemente fan-ta-sti-co 8P

    RispondiElimina
  2. aborro nel senso di "aborro quella cosa"

    RispondiElimina
  3. mi sono ribaltato dalla sedia... grazie!

    RispondiElimina
  4. è l'alter-ego del grappolone (i modenesi capiscono)

    RispondiElimina
  5. Quo-quà-que-quò.
    Da leggere alla transformers.

    RispondiElimina
  6. allucinante! fate una petizione per chiedere indietro i vostri soldi!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. il fatto che un folle possa disegnare un mostro, ci sto, e' una mente folle, chi commenta che e' bellissimo mi preoccupa seriamente....

    RispondiElimina
  8. Ma perchè Padre Pio è diventato un Klingon?

    RispondiElimina
  9. ecco da dov'era partito, a me era arrivata via FB senza altre indicazioni :D

    un'icona dei nostri tempi

    RispondiElimina
  10. Povero Padre Pio !!!

    RispondiElimina
  11. l'artista è un GENIO! è riuscito a ritrarre perfettamente il frate che si bucò le mani per evitare la trincea e che rimase prigioniero della sua bufala (come la "vergine" madonna, d'altronde...) e le forze possenti delle masse di creduloni che lo esaltano dal basso (il famoso: "gregge")

    RispondiElimina
  12. Vale le statue greche degli dèi di una volta; cambiano i tempi, cambiano gli dèi, cambiano i monumenti; solo la credulità umana non cambia.

    RispondiElimina
  13. è una specie di geeg robot clingon... avrà l'alabarda spaziale? non so l'autore e non riesco a capire se ha fatto davvero troppo uso di stupefacenti oppure se è ora che cominci a farne un uso intensivo (molto intensivo)

    RispondiElimina
  14. Non ridevo così da un pezzo. Grazie.

    RispondiElimina
  15. E' un opera magnifica.
    E' un opera figlia del nostro tempo.
    C'è Tron, c'è Zardoz, c'è il nostro humus culturale.
    E' un opera certamente non fruibile immediatamente, non c'è l'immagine classica e iconografica conosciuta e "sicura".

    Ti inquieta, ti pone domande, ti mette dubbi.

    :)

    RispondiElimina