martedì, maggio 30, 2006

Amici miei atto IV

Dall' intervista di Oriana Fallaci al New Yorker:
<< She spoke of a new mosque and Islamic center planned for Colle di Val d’Elsa, near Siena. She vowed that it would not remain standing. “If I’m alive, I will go to my friends in Carrara—you know, where there is the marble. They are all anarchists. With them, I take the explosives. I make you juuump in the air. I blow it up! With the anarchists of Carrara. I do not want to see this mosque—it’s very near my house in Tuscany. I do not want to see a twenty-four-metre minaret in the landscape of Giotto. When I cannot even wear a cross or carry a Bible in their country! So I BLOW IT UP! ” >>

(quelli della FAI di Carrara io qualche volta li ho visti: posso garantire che sarebbe molto più temibile la supercazzola del Mascetti)

11 commenti:

  1. Concordo. Resiste però il loro mito; dalla Dandini vidi tale Aurelio Picca (uno svitato che lì si autodefiniva "volsco") che raccontava, ma ci credeva eh, che a Carrara se apostrofi la gente per strada dicendogli "Cittadino!" quelli ti rispondono. Io a Carrara ciò la donna e ci bazzico parecchio, ho persino iniziato a capire qualcosa di dialetto (una lingua così internazionale che già con Sarzana non si capiscono) - secondo me Picca non ha capito bene quel che gli hanno risposto, e la Fallaci figurati. Bellissimo però, a Marina, il cimitero sconsacrato (di fronte a una nuova gigantesca Coop, sig), quello dove volevano mettere la statua a Bresci; c'è lapidi con suscritto "Su questa tomba non pregate!"; forse quella era gente che bombe a qualche tempio ne avrebbe messe davvero e, come ovvio, preferibilmente a San Pietro.

    RispondiElimina
  2. Apprezzo questi ultimi post, a parte un dettaglio:

    l'uomo che nel 2006 usa ancora i simboli maggiore e minore (< e >) come virgolette, merita l'internamento in specifiche cave.

    RispondiElimina
  3. Dunque, se prendo i libri francesi più recenti che ho sottomano (Extension du domaine de la lutte, Nadeau 1994; Plateforme, Flammarion 2001), hanno i dialoghi racchiusi tra << ... >>
    Sono entrambi di quel Neocone di Houellebecq, d'accordo, ma la stessa convenzione grafica viene usata anche nei vari classici che ho in casa: magari Leo quand'è stato in Francia poteva leggersi un libro, invece di crogiolarsi nel millenarismo da banlieue.

    RispondiElimina
  4. come <<"quello dove volevano mettere la statua a Bresci">> ? per quello che mi risulta la statua non solo è stata messa ma è ancora là...

    RispondiElimina
  5. Non mi riferivo alle sergentine vere (« e »), che usano i francesi e che dovremmo usare anche a noi, ma all'abitudine veramente empia di usare ancora i segni maggiore e minore (<< e >>), come fanno i bambini la prima volta che accendono il compiuter.

    Ridendo e scherzando è quasi 5 anni che curate un sito, e datevi un contegno.

    RispondiElimina
  6. Magari uno le sergentine sulla tastiera non ce l'ha e non ha voglia di cercarsi l'html corrispondente:
    « »
    Ma da questo a rinchiudere cragno in una cava ce ne corre: è anarchico, mica radioattivo.

    RispondiElimina
  7. Siete simpatici anche se bisticciate sempre invece di spiegarvi.
    Tenete premuto il tasto ALT e digitate 174 e 175 sulla tastiera numerica: opplà!
    « »
    Se sul Mac è diverso qualcuno lo dica, grazie, ciao, e.

    RispondiElimina
  8. grazie a tutti: al griso per la difesa d'ufficio, a ebi per l'indicazione pratica e a leo per non aver dato seguito ai suoi propositi di rinchiudermi in una cava.
    che se poi del caso lo dicevo a baricco che ci scriveva su un romanzo tipo <<"la leggenda dell'anarchico nella cava">> e faceva un sacco di soldi alla faccia di leo. oppure lo dicevo a paolo nori.

    RispondiElimina
  9. ebi, già che te n'intendi: io che ho un portatile (quindi senza tastierino numerico), come faccio a usare le combinazioni "ALTetc."?
    Grasssie...

    RispondiElimina
  10. Su Mac: Alt 1 e Alt Shift 1

    RispondiElimina
  11. E per i comuni mortali che hanno il PC?

    RispondiElimina