venerdì, gennaio 26, 2007

domenica, gennaio 21, 2007

I grandi problemi riassunti in poche righe/1

La questione energetica
E' un po' di tempo che la approfondisco, vuoi per lavoro, vuoi per diletto. E la conclusione alla quale sono giunto è la seguente: il problema del pianeta non è che c'è poco petrolio. E' che c'è troppo carbone. Se le fonti rinnovabili non diventano in breve tempo più economiche di quest'ultimo finiremo per bruciarcelo tutto e morire di caldo.

giovedì, gennaio 18, 2007

Il paese più federalista del mondo

Caro ex astensionista di sinistra: lo vedi ? Questa volta hai votato e il paese è cambiato davvero e profondamente. E io l'ho imparato così, mentre ero via per lavoro.
Ma questa cosa per cui su una nuova base militare di un paese straniero decide il sindaco di Vicenza credo che non abbia eguali in nessuna parte del mondo. Questo si chiama federalismo. Altro che USA.

"tanto quei due li ammazzano"

La butto lì, ma ci devo lavorare. Uno degli aspetti positivi (o negativi?) della contemporanea società dell'avanspettacolo, è che non si tiene. Non riesce a conservare nessuna ipocrisia, nessun tabù.

L'esempio che ho in mente è l'esecuzione - che si dà per imminente - dei coniugi assassini brianzoli per mano di qualche galeotto. Mica voci da bar sport, eh? Se ne parla sui telegiornali nazionali, con tanto di interviste a gente che in galera c'è stata "e sa come vanno queste cose".

Ora, un codice non scritto della malavita ci sarà sempre stato: ferraginoso e malfunzionante come tutti i codici. Ma per secoli abbiamo finto che non esistesse. Nell'era del boom eravamo progressisti, ci vergognavamo di parlare di pena di morte, e ammettevamo l'esistenza di una galera solo a patto che educasse il cittadino disonesto. E se qualche assassino di bambini veniva trovato impiccato in cella, si parlava di suicidio e la cosa finiva lì. Eravamo ipocriti.

Adesso no, adesso siamo selvaggi e basta. E' un passo avanti, o indietro, non lo so, ma è un passo. A me, sapete, piace il movimento.

venerdì, gennaio 12, 2007

E con questa abbiamo definitivamente quadrato il cerchio

Il quotidiano cileno El Mercurio mette Christian Rocca in una ristrettissima selezione di giovani intellettuali, "Mentes que brillan en el mundo", perchè
Rocca critica a los progresistas que apoyan decenas de regímenes dictatoriales del planeta y que -asegura- se limitan a defender el statu quo y la estabilidad, en vez de sembrar la democracia, las libertades y los derechos en todo el mundo.


quando morì Pinochet invece "il primo quotidiano del Cile e una specie di Repubblica del Sud America" scrisse:
(...)
Proviamo comunque a immaginare quale sarà il giudizio dei posteri. Probabilmente riconosceranno che il suo intervento militare fu provocato dalla più grave crisi cilena del secolo scorso e che in quel momento fu espressione della volontà della maggioranza. Pinochet guidò un governo - autoritario per i suoi sostenitori, dittatoriale per i suoi detrattori - che ha lasciato in eredità al Cile un modello imprenditoriale basato sulla libertà individuale e sul diritto alla proprietà privata. Quei valori non erano garantiti nel 1973 perché lo stato di diritto si trovava in una situazione estremamente critica *


Strepitoso

*:da Internazionale

pietà

giovedì, gennaio 11, 2007

L'importanza per i registi del futuro di rileggersi periodicamente i vecchi blog del presente

"Eh, no: nel 2007 la coca cola si serviva con ghiaccio e limone"

anche i ricchi piangono

Da quando Jobs ha lanciato il nuovo giocattolino, tra i bamboccioni modaioli le élite tecnologiche di tutto il mondo è in corso una tempesta emozionale. Il tizio che mi fa più tenerezza l'ho trovato su wittgenstein
da ieri sera quando uso il mio nuovissimo Blackberry 8700 ho la stessa impressione che mi faceva usare uno schermo a fosfori verdi dopo aver visto i primi video a colori...


Poveretto, col suo nuovissimo blackberry già da rottamare. Apriamo una colletta?

sabato, gennaio 06, 2007

L'importanza di rivedere periodicamente i vecchi film

L'altra sera in tv c'era Gandhi che si incazzava perchè il governo sudafricano voleva prendere le impronte digitali agli immigrati ("come ai criminali!").

mercoledì, gennaio 03, 2007

Oggi ho trovato un errore nella finanziaria

Giusto così, per dire come si fanno le leggi in Italia: se scaricate la finanziaria e poi andate al comma 345 troverete scritto: "Per le spese documentate, sostenute entro il 31 dicembre 2007, relative ad interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari, riguardanti strutture opache verticali, strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti), finestre comprensive di infissi, spetta una detrazione dall’imposta lorda per una quota pari al 55 per cento degli importi rimasti a carico del contribuente, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro, da ripartire in tre quote annuali di pari importo, a condizione che siano rispettati i requisiti di trasmittanza termica U, espressa in W/m2K, della Tabella 3 allegata alla presente legge."

Peccato solo che la Tabella 3 non esiste

lunedì, gennaio 01, 2007

Io vo di la'

Dopo aver sofferto l'ennesimo travaso di bile, ho deciso: io mi sono rotto, cambio strada e vado di la'. La nuova pista e' assolutamente intollerante. La nuova pista parla un linguaggio basso e greve a sufficienza da essere capito anche da un cardinale o da un politico.

Tanto per cominciare: il riferimento "mezzo mezzo" del Signor Napolitano al signor Ratzinger, che dice e non dice, chiarisce che tipo di Presidente abbiamo: un vecchio signore ingessato giunto all'apice della carriera politica e contento cosi'. Anche lui non ha il coraggio che serve a questo Stato per riaffermare la differenza tra attenzione ai valori cattolici e sottomissione agli stessi.