venerdì, luglio 29, 2011

lunedì, luglio 25, 2011

Terrorismo: da vittima a fan il passo è breve ?

«Finalmente si sta risvegliano una coscienza comune per difendersi dalle forti invasioni che i cercatori di profitti a ogni costo di tutto il mondo ci hanno costretto a subire tenendoci in ostaggio con mille bugie senza poter reagire. Questa gente distrugge il nostro benessere, la nostra religione cristiana e la nostra cultura. Pertanto viva Breivik»
Bruno Berardi * - Associazione Domus Civitas vittime della mafia e del terrorismo

* figlio di Rosario Berardi, ucciso dalle Br

giovedì, luglio 21, 2011

Que vont charmant masques et bergamasques

Io a Bergamo credo di non esserci mai stato ed è assurdo, la Lombardia l'ho girata in lungo in largo passando per buchi di culo assai meno charmants (Leno, Edolo, Pontida, Calvisano). Se penso a Bergamo mi viene in mente solo la colonnaccia sull'autostrada ed è un peccato, tutti quelli che ci sono stati mi hanno detto che è bellissima. Mi hanno anche detto che non se l'immaginavano, cioè uno non pensa a Bergamo come una città bella, non gli viene in mente. Io a questo punto credo che sia un problema degli abitanti (ovviamente non tutti) che si vergognano di vivere in una potenziale località turistica e preferirebbero vivere in una spelonca o una casa popolare, un posto dove a nessun forestiero venga in mente di andarli a trovare. Voglio dire che essere nati belli, nell'ideologia leghista, è un handicap: c'è il rischio che s'innamorino di te persino i negher, e magari poi di sposare la cugina di secondo grado per salvare la stirpe orobica ti passa la voglia.

Comunque, cari bergamaschi, finché i vostri amministratori sono stronzi così, io vi accontento. Che città belle non ne mancano, grazie al cielo; e nel più dei casi ti fanno mangiare quel che ti pare.

Preso in retromarcia dalla macchina del fango

Ho i riflessi un po' lenti ultimamente e francamente non riuscivo a capire che bisogno aveva Libero di andare a ripescare la D'Addario, un vecchio caso piuttosto deprimente che dopo lo scoppio del bunga-bunga era scivolato sullo sfondo. Oggi ho capito (ci ho messo tanto, scusate): siamo in pieno scandalo Murdoch, il frame di questi giorni è "giornalisti cattivi e corrotti intercettano la povera gente e corrompono perfino i politici"; a questo punto tu paghi la D'Addario (che ovviamente è sul mercato, lo è sempre stata) e di colpo lei si mette ad accusare un gruppo editoriale di averla costretta a intercettare Berlusconi. E ovviamente il perfido gruppo editoriale fa capo a De Benedetti, quello che vuole prosciugare i poveri risparmi faticosamente messi assieme da Silvio in una vita di stenti e sacrifici.

Ecco, questa cosa di voler presentare Berlusconi come vittima dell'ingerenza del sistema mediatico ha un che di veramente ucronico, è come quando giochi a civilization e incontri Gandhi che minaccia di raderti al suolo con l'atomica, è Garibaldi che dice il rosario, Napoleone per la pace del mondo.

mercoledì, luglio 20, 2011

Non siate insensibili al grido di dolore


Berlusconi chiede più poteri
"Non posso neanche cambiare un ministro"


Leggi: ormai le sveltine mi tocca pagarle di tasca mia.

Un po' deluso

Paradossalmente sì. Avevo già messo via le monetine.

Schiacciato dalle continue pressioni dell'amante

Ho guardato un pezzo di tgminzo, praticamente a loro risulta che Parolisi era distrutto, c'era questa amante che non lo lasciava stare, lo premeva di continuo, certe volte lui addirittura piangeva di nascosto, insomma la moglie ha proprio dovuto ammazzarla. Perché era schiacciato dalle continue pressioni dell'amante.

martedì, luglio 19, 2011

Carpi è un esperimento sociologico fuori controllo

Ci sono certi posti - non dirò quali, sennò parte la trita gara a chi ci ha il campanile più lungo - dove le visite mutuate si possono prenotare al telefono, ecco per esempio a Carpi non si possono.

Però si possono prenotare alla Coop.

Qui ci vuole un chirurgo maxillofacciale

Per dimostrare che non è stato di fatto commissariato, che è ancora in grado di dare una scossa positiva al Paese, questo governo ripone tutte le speranze in un progetto di riforma costituzionale scritto da questo signore:


(Ah, non è che per trovare una posa così ho dovuto cercare "foto buffe calderoli", eh, anzi, è una delle più normali che ho trovato).