domenica, novembre 20, 2011

Signore Dio liberami da Twitter


No, è che su Twitter un po' di gente, tra cui alcuni protagonisti della nostra Informazione e della nostra Cultura con tutte le maiuscole, non hanno niente di meglio da fare la domenica pomeriggio che giocare al giochino dello scrittore più sopravvalutato, e io tra un po'mi stacco il fegato a morsi e glielo faccio mangiare mi arrabbio inutilmente, a che pro? Ero solo andato un attimo su twitter, che luogo di perdizione è twitter.

Reazioni:

5 commenti:

  1. Sono felice di ignorare chi sia questo Cotroneo.

    RispondiElimina
  2. persino http://twitter.com/#!/PalazzoGrazioli partecipa ciricamente alla discussione

    RispondiElimina
  3. Ricordo una vecchia intervista a Cotroneo, dopo che aveva pubblicato un libro che si intitolava "Presto con fuoco" - un titolo ridicolo quanto il libro stesso. Nell'intervista Cotroneo diceva che, anche se aveva scritto la sua opera al computer, si era premurato di stampare tutte le varie versioni delle pagine che aveva scritto, che correggeva su carta, e poi aveva donato tutto il malloppo di fogli all'università di Lecce in modo che potessero essere studiate. Ecco, io credo che un artista non dico grande, ma appena decente, non abbia mai la presunzione che la sua opera debba essere studiata nelle università, men che meno la brutta copia della sua opera. Per dire quanto è coglione e presuntuoso questo Cotroneo.

    RispondiElimina
  4. Gesù, questa non la sapevo. Dovrebbe lasciare anche il suo Ego alla Psicanalisi.

    RispondiElimina