domenica, giugno 21, 2009

La linea di Libero m'ammoscia

Cerco di capire. Venerdì Feltri spiega al suo popolo che Berlusconi non può essere un maniaco sessuale perché è impotente.
Domenica il quotidiano di Vittorio Feltri spiega che bisogna votare Berlusconi perché i suoi costumi sessuali sono un po' i nostri, insomma, "siamo tutti Berlusconi".
Feltri, intendi che siamo tutti impotenti?
Ma parla per te, finocchio.

sabato, giugno 20, 2009

Il geopollo

Stasera ero stravolto e sono rimasto a casa a guardare Er. Dopo Er c'era il nuovo programma geopolitico di Buttafuoco.

Ora se voi vi aspettate che io mobiliti aggettivi o avverbi per dare un giudizio al nuovo programma geopolitico di Buttafuoco, ebbene, mi spiace. Torno da un viaggio nel nulla cosmico di un cervello dove si muovono pulviscoli di concetti con la lettera maiuscola ("Tradizione", "Identità", "Spiritualità") e devo ancora rielaborare. Per esempio, non ho capito la differenza tra identità tradizionalista e identità spiritualista, e ho come il sospetto che non ce la potrò mai fare, come i non eschimesi di fronte a due sfumature di bianco ghiaccio.

Le uniche cose che posso dire sono:
- Al tuo regista devono piacere le feluche, eh? Beh, i fetish non si discutono, ma cosa c'entra Napoleone con la conferenza di Shangai? Sul serio ti commuovi sulle sfilate militari di un vecchio film in costume? Ne hai mai parlato con un dottore? Ne hai mai parlato con un amico gay?
- Ma ti è mai successo di azzeccare la sintassi di una frase mentre parli? Senti, c'è un trucco, falle più brevi.
- Ho sentito bene che affideresti i tuoi figli all'educazione delle gang criminali della Transinistria, ma ai camorristi di Gomorra no perché non sono abbastanza tradizionalisti? Io quando sento cose del genere, spero sempre si tratti di droga. Perché se l'hai detta da sobrio, diomio, e hai dei figli, bisognerebbe parlarne coi servizi sociali.
- Ma sul serio tra qualche anno si potrà pagare da Pechino a Mosca "con la stessa carta di credito?" Cioè, nel senso che adesso non si può?
- Berlusconi fa veramente benissimo a snobbare i nuovi intellettuali di destra e mettere le veline ai ministeri. Più veline, meno neotromboni spiritual-tradizionalistico-transinistrico-identitari. Forza Mara.

giovedì, giugno 18, 2009

Io la butto lì

C'è Rupert Murdoch che sta sculacciando delle tipe fasciate in latex con un battipanni a forma di svastica, quando bussano alla porta.
"Chi interrompe i miei rari piaceri?"
"Eccellenza, Illustrissimo, Luce del Mondo..."
"Prega che sia qualcosa di davvero importante".
"Ripetitore Universale, Unica Fonte di Ogni Gioia..."
"E bla bla bla. Tutte queste smancerie non ti porteranno a niente. Spiega cos'è successo e fallo in fretta".
"Eterna Luce della Mente Immacolata, abbiamo scoperto che in Italia c'è un signore che parla molto male di Voi".
"In Italia?"
"Un pidocchio, un parassita, anzi peggio, un concorrente".
"Ho dei concorrenti?"
"Ahimè, Eccellenza, tecnicamente ancora sì. Nel mercato italiano, per esempio".
"E chi ha il fegato di concorrermi? Il Papa, magari?"
"Quasi, illustrissimo. Il Primo Ministro".
"Il Primo Ministro? Ha delle emittenze televisive?"
"In chiaro, sì".
"Bizzarro. Ne avrà un paio".
"Ne ha tre, più le tre dello Stato, più svariati quotidiani, cinema, libri, pubblicità..."
"E gliele lasciano tenere?"
"Eccellenza, è una storia lunga. Comunque il succo è che sta parlando molto male di Voi".
"E cosa dice?"
"Dice che state complottando contro di lui, per via di una storia di donnine".
"Si è fatto fotografare?"
"Maestà, sì".
"Sadomaso?"
"No, niente di fetish, però... potrebbero, dico potrebbero, esserci in ballo delle minorenni".
"Ah, quindi è fottuto. E dice che sono stato io?"
"In conferenza stampa. Sarebbe una specie di vendetta perché hanno aumentato una tassa sul decoder".
"Quegli stronzi. E... spiegami bene: sono davvero stato io?"
"Eccellenza, no".
"Potrebbe essere stato qualcuno dei distaccamenti europei, magari, di sua spontanea volontà, per farmi una sorpresa?"
"Onnipotente, tutti sanno che Voi non amate le sorprese".
"Insomma, questo tizio mi calunnia".
"E' un modo per spostare l'attenzione dal dibattito interno, che..."
"Bla bla bla, non m'interessa. Senti, facciamo così. Non mi va che la gente pensi che Rupert Murdoch fa le vendettine alla cazzo, mi capisci?"
"Eccellenza, sì".
"La calunnia è un venticello, ormai è partito. Smentire non servirebbe a nulla. Ci sarà sempre qualcuno che preferirà pensare che sono stato io. Allora facciamo così: vai in Italia e compra una ventina di signorine. Le voglio belle e... maggiorenni, per ora. Poi vedremo".
"Onnipotente, cosa vuole farci?"
"Niente di che. Devono andare sui quotidiani più prestigiosi e dire che hanno preso soldi per andare a letto col tizio. Ah, meglio ancora se la cosa è successa veramente. Secondo me non sarà difficile trovarne".
"Illustrissimo, lei è veramente la Falce Acuminata della Vendetta Implacabile".
"Bla bla bla, niente di personale. Ma se la gente pensa che Rupert Murdoch si vendica, voglio che almeno pensi che sa farlo sul serio".
"Mi prostro a cotanta..."
"Vatti a prostrare fuori dai coglioni, magari. E ricordati: venti ragazzine. Maggiorenni ma non troppo".
"Venti".
"In seguito mi riservo di ordinare qualche nano e... dei cammelli, sì. Ci sono cammelli in Italia?"
"Dromedari, forse".
"Naah, meglio il cammello. E' più morboso. E uno di quei serpenti costrictor in via d'estinzione".

giovedì, giugno 11, 2009

Il Leone liberato

Stasera va in onda su sky "il Leone del Deserto", una prima visione assoluta per la televisione italiana nonostante il film sia del 1979.
Questo blog ne parlò alcuni anni fa. Se qualcuno vuol sapere qualcosa di più sulle vicissitudini del film più censurato in Italia può provare qui (nei commenti, soprattutto)
Tra l'altro non sapevo che il regista fosse morto in un attentato nel 2005. (via wittgenstein)

lunedì, giugno 08, 2009

Carpi, che è un posto come tutti gli altri

A Carpi ha votato il 79,qualcosa degli aventi diritto. Se sapete di percentuali più alte in qualsiasi comune della Ue, per favore comunicatele. Non mi va di parlar bene dei miei concittadini.
Sul tabellone dei risultati definitivi, davanti al municipio, c'era il Pd a più quaranta, la lega a dieci (gran risultato), Pdl a ventidue. Rifondae sotto il quattro, mi sembra anche sotto il tre. Un centinaio di persone hanno votato Forza nuova (VECCHIA MERDA), una ventina SudTiroloVolksPartei. 
Ma il vero spettacolo era davanti al tabellone, sullo slargo di Corso Pio. Una folla di gente di mezza età in bicicletta. Tutti lì a guardare e a commentare i risultati, non so da quanto; ma dopo un'ora erano ancora lì. E probabilmente ci saranno anche domani, quando si saranno riempiti gli altri due tabelloni, compreso quello che interessa veramente (il terzo).
Cosa porti carpigiani, e in generale modenesi, e forse anche emiliani, a votare più degli altri francamente non so. La risposta più banale: il radicamento dei partiti nel territorio. Qui i DS non hanno del tutto smantellato la struttura, e nel frattempo sono arrivati i leghisti con la loro struttura. Ma è veramente l'analisi di un signore che si ferma dieci secondi a chiacchierare in bicicletta.

sabato, giugno 06, 2009

Pilota Party

Se passate da mo per il sabato sera, l'evento è indiscutibilmente questo. Qui sotto gli autori provano a spiegarlo con parole loro e che Dio ce la mandi


venerdì, giugno 05, 2009

Cosi' van tutte, Via. Di la'.

Sono dieci minuti che immagino di scrivere un falso epitaffio per la colecisti di Leonardo. Ma non riesco a farmi ridere. Ergo, niente elegia... d'altra parte, mi par di capire, la colecisti ha rifiutato di pronunciare le sue ultime parole. Credo sarebbero state "Papi e' cosi' saggio, cosi' intelligente, cosi' prodigo di consigli"... come nel peggiore dei Matrix, infine, il velo di Sais cade e la realta' si rivela.