martedì, dicembre 22, 2009

Ehi, Karol, guarda qui...

Insomma, qui c'è scritto che Wojtyla non ci voleva andare sul balcone a Santiago, è stato Pinochet che lo ha truffato con un abile stratagemma.
“Wojtyla era molto critico nei confronti del dittatore cileno – ha rivelato il Cardinale Tucci – e non voleva apparire accanto a lui. Io tenevo sempre d'occhio l'unica porta che collegava il salottino, dove eravamo noi del seguito, alla stanza nella quale erano il Papa e Pinochet. Ma con una mossa studiata li fecero uscire da un'altra porta”.
“Passarono davanti a una grande tenda nera chiusa - ci raccontò poi il Papa furioso - e Pinochet fece fermare lì Giovanni Paolo II, come se dovesse mostrargli qualcosa”.
Successivamente, “la tenda fu aperta di colpo e il Pontefice si ritrovò davanti il balcone aperto sulla piazza gremita di gente. Non poté ritrarsi, ma ricordo che quando si congedò da Pinochet lo gelò con lo sguardo”.
Però io non so se ci credo.
(via Giustini)

18 commenti:

  1. beh, se uno crede che l'evoluzionismo sia un'ipotesi tramontata, può credere anche questo.

    RispondiElimina
  2. cos'è che non ti torna? Leonardo, ma tu il rasoio di Occam neanche per sbaglio, eh?

    Morton: posso leggere un libro in santa pace senza che tutta la blogosfera pensi che io stia mettendo in dubbio l'evoluzione? Posso, si?

    Grazie.

    RispondiElimina
  3. E adesso che Litfiba sono tornati insieme si può anche chiedere un aggiornamento di "Santiago" alla luce delle ultime rivelazioni

    RispondiElimina
  4. Beh, Luciano, il rasoio di Occam non funziona mica che se qualcuno ti racconta qualcosa (senza fornire prove) tu gli devi credere.

    Nella fattispecie, faccio fatica a immaginare la dinamica: il Papa (un Papa sveglio, scattante, un nuotatore, un alpinista) rimane solo col dittatore in una stanza, il dittatore lo attira verso una tenda, la scopre e... dall'altra parte c'è un balcone sulla piazza? E' possibile portare una persona adulta su un balcone senza che lui se ne accorga? Magari è possibile, ma non so se ci credo.

    Quanto all'evoluzionismo: nessuno ti proibisce di leggere un libro, però è strano che un signore del Cern (se ho capito bene) la consideri un'"ipotesi al tramonto". Di solito le ipotesi al tramonto sono quelle accantonate dalla comunità scientifica, e l'evoluzionismo per ora non lo è.

    RispondiElimina
  5. del Cern!? CNR semmai

    RispondiElimina
  6. Ottimo tempo di reazione, Luciano. Puoi leggere quello che vuoi, ma se ne consigli l'acquisto, lo trovi stimolante, e scrivi che il "dibattito scientifico è ancora aperto", forse posso trarne delle conclusioni.

    RispondiElimina
  7. Beh facendo un pò di calcoli...Galileo nell'89 se non sbaglio, per l'evoluzionismo diamogli ancora un pò di anni perchè è Natale.

    RispondiElimina
  8. ha veramente senso discutere con uno per cui evoluzionismo significa "la discendenza dell'essere umano dalla scimmia"?

    leonardo: forse giocavano a mosca cieca e in quel momento l'alpinista nuotatore era bendato...

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. eheh, qui è proprio un terreno minato. Comunque ripeto le mie considerazioni: il rasoio di occam è la capacità di capire che la soluzione più semplice è in effetti quella vera. Poi, chiaro, sei libero di non credere. E questo vale in generale ;-)

    per il resto, ripeto a me piace leggere opinioni discordanti dalle mie anche se sono cattolico: quella dell'evoluzione è una discussione aperta, anche in seno scientifico, checché ne pensano i commentatori sopra di me (e nonostante la famiglia Angela si prodighi di spiegare il contrario da ogni pulpito televisivo). Il libro affronta il punto di vista di una parte dell'ala cattolica integralista (che spesso non condivido), di cui mi interessa conoscerne il pensiero (perché non lo conosco). Dunque, la domanda rimane identica e vorrei difendere il mio diritto di leggere le opinioni opposte al pensiero debole dominante. :-)

    buon Natale a tutti.

    RispondiElimina
  11. giorgian, ho scritto che evoluzionismo cioì discendenza dell'uomo dalla scimmia perché intendevo proprio quello, cioè che l'aspetto che conta è il famigerato anello mancante che, appunto, manca. Poi, sul fatto che i primi uomini assomigliassero più a scimmie che ai biondi patinati dell'iconografia, è un'altra storia. Che FOSSERO scimmie però è molto diverso.

    Poi, se la vuoi buttare in polemica ed in battute sarcastiche, sono bravo anch'io ma preferisco farlo altrove, ciao

    RispondiElimina
  12. La soluzione più semplice è nascondere la porta-finestra di un terrazzo con una tenda? Mi vengono in mente dozzine di soluzioni più semplici: Karol che va sul terrazzo di sua sponte; Karol che non vorrebbe ma Augustino gli propone di liberare in cambio millanta prigionieri; Karol che insiste ma Augustino nicchia; Karol accaldato che vuole prendere un po' d'aria; Karol che dice: "Vado io e tu sta' fermo dove sei" ma Augustino non gli obbedisce... e così via, sono tutte soluzioni più semplici di quella proposta nel pezzo.

    Poi: la teoria dell'evoluzione, se ricordo bene, non propone la discendenza dell'uomo dalla scimmia, ma quella dell'uomo e della scimmia dal medesimo primate. Ed è piuttosto condivisa, anche se chi non ci vuole credere troverà sempre che manca un anello.

    Anche perché è la tua ipotesi che fallisce miseramente il rasoio: Dio che crea l'uomo maschio e femmina a sua somiglianza... ma anche molto simile alla scimmia, però mi raccomando, non scimmia, solo simile: e poi l'uomo che piano piano diventa più simile a quello di adesso. Appunto se credi a questa poi ti racconto quella del balcone dietro alla tenda.

    RispondiElimina
  13. Ma che branco di malfidati, pure a Natale.
    Luciano, non dar retta, è gente rozza, che non apprezza la lucidità e coerenza delle tue posizioni.
    Per esempio, da bravo cattoccamista, se una signora mediorientale di un duemila anni fa rimane incinta in circostanze poco chiare, tu sceglierai la soluzione più semplice, ovvero che qualcuno (non necessariamente il marito) deve aver fatto la sua 'conoscenza' nel senso che si attribuiva allora all'espressione, giusto?
    Allo stesso modo, se il bambino una volta cresciuto farà l'anarcoinsurrezionalista ante litteram, rimanendo coinvolto in casini più grossi di lui tanto che gli faranno la pelle, se il corpo sparirà misteriosamente dopo qualche giorno tu, occamianamente, non t'inventerai spiegazioni nuove rispetto alla più semplice: l'hanno sottratto nottetempo i suoi amici/parenti, per poi farsi belli in piazza scandendo lo slogan 'Jeoshua è vivo e lotta insieme a noi'.

    tibi

    RispondiElimina
  14. niente male tibi. niente male

    RispondiElimina
  15. tibi, che ci sia gente rozza me n'ero accorto :D

    Leonardo, prendila con filosofia, http://tinyurl.com/yb8b66v

    (non si riesce a copiaincollare in questi commenti)

    RispondiElimina
  16. Ecco, bravo, te che sei raffinato.
    Io non avrò proprio la cartella clinica e il calco dei denti di tutti i miei antenati, però insomma, di anelli direi che ce n'è abbastanza da capire il disegno della collana.
    Tra te e il fango, invece, quanti anelli dici che mancano?

    tibi

    RispondiElimina
  17. Qualcuno avverta il prof. Buttiglione che il darwinismo sociale (che di fatto precede Darwin e ha poco a che fare con le basi scientifiche della teoria dell'evoluzione) è morto insieme Spencer, per poi riemergere solo in alcune ideologie di estrema destra.

    RispondiElimina
  18. Leonardo, adesso che farai? Ti farai promotore di una lobby che si oppone alla beatificazione del wojtylaccio fino a quando ( tra circa ottant'anni) non verrà aperta la sezione degli archivi vaticani riguardanti il pontificato di Giovanni Paolo II?

    Nel frattempo i papaboys di oggi (ieri?) saranno morti, e la fama di santità del gran polacco scemerà inesorabilmente: nel frattempo eleggeranno qualche altro papa fotogenico per la gioia dei papaboys del 2050.

    RispondiElimina