venerdì, febbraio 08, 2008

Biancaneve e i sette savi

Benvenuti su Internet, dove esistono siti negazionisti, siti neonazisti, complottisti e dietrologie varie. Tutto questo è senza dubbio ributtante, ma è l'altra faccia della libertà di espressione.

Da quel che ho capito la situazione è la seguente:
C'è la fiera del libro di Torino, che ha invitato lo Stato d'Israele.
Poi c'è un appello per il boicottaggio, promosso dal Forum per la Palestina e da altre organizzazioni.
Poi c'è un appello contro il boicottaggio, anzi ce ne sono vari.
Poi c'è un signore che dalla lista dei firmatari di quest'ultimo appello ha estrapolato vari cognomi di origine ebraica e li ha messi in una lista che secondo lui rappresenterebbe la "lobby ebraica" negli atenei italiani.
Quest'ultimo secondo me è un imbecille, ma prima di chiudergli il sito dovete spiegarmi quale legge ha infranto. Forse, dico, forse, quella sulla privacy. Incitazione all'odio razziale, magari? Se ne può discutere, ma a questo punto mi viene in mente una buona dozzina di siti neofascisti da raschiare dai server. Non so se il gioco valga la candela.

Ma bisogna per forza dare risalto a tutti gli imbecilli?

Reazioni:

3 commenti:

  1. La petizione non ha a che fare con la fiera del libro di TO ma è "CONTRO IL BOICOTTAGGIO CULTURALE E CIVILE ATTUATO DALLE UNIVERSITA INGLESI NEI CONFRONTI DI ISRAELE E DEI DOCENTI EBREI/ISRAELIANI (AGGRESSIONE ISRAELIANA IN LIBANO) ISCRITTI AL RUOLO NELLE UNIVERSITA INGLESI ED ESPULSI PER SVOLGERE ATTIVITA POLITICA IN FAVORE DELLO STATO DI ISRAELE".
    Questo almeno è quello che dice l'autore delirante del famigerato post...

    RispondiElimina
  2. La storia del SudAfrica ci indica la strada per costringere Israele razzista e colonialista e giungere ad un compromesso di pace.
    Non boicottare allora quel regime di apartheid fu considerato un pò come esserne complici,
    cosa cambia oggi?

    qui il nostro appello A FAVORE del boicottaggio:


    http://guerrillaradio.iobloggo.com/archive.php?eid=1653

    RispondiElimina
  3. Ciao, mi chiamo Andrea Sceresini e sono un giornalista del "manifesto". Ho letto il tuo post sul C. E. Jupiter, mi è piaciuto e vorrei scriverci un articolo: sulla storia di questa squadra (tra l'altro, ho scoperto, fondata da due operai inglesi), i suoi rapporti con gli anarchici, la Guerra civile eccetera... Puoi darmi una mano? Hai del materiale?
    Ti lascio la mia mail: andsce@hotmail.com
    Salut

    RispondiElimina