martedì, luglio 04, 2006

Leonardo va in America

Mentre in Italia il piu' Comunista dei Comunisti fa il difensore della "nobilta'" implorando il mese corto per i poveri parlamentari stressati ed i tassisti, che insieme ai giornalisti costituiscono la piu' ottusa corporazione italica, diventano Rivoluzionari manco fossimo nel Chiapas delle auto pubbliche... Leonardo va in America e, magari, pure mentendo sul suo credo politico. Il mondo va a ritroso, ma Leo ci vola sopra. Buon pro gli faccia, un peccato solo, che si sia perso "Cicciu Fruschedda". Sara' per la prossima.

3 commenti:

  1. consoliamoci: per un leonardo che va c'è un christian rocca che ritorna.
    e cmq oggi è il 4 luglio: io scommetto su un post comparativo tra i fuochi d'artificio usa e quelli delle feste dell'unità nostrane.

    RispondiElimina
  2. te l'ho bruciato, dì la verità

    RispondiElimina